Blog: http://socialradicale.ilcannocchiale.it

Domani la serie A. Quando il calcio dovrebbe imparare dal rugby.

Mi capita raramente di vedere lo sport in tv. Non mi diverte più come mi divertiva un tempo, da adolescente. Eppure stasera, non essendoci molte alternative, mi sono soffermato su una partita internazionale di rugby.
Una cosa mi ha destato forte ammirazione: a fine partita i vincenti, in questo caso gli irlandesi, dopo aver dato il massimo in agonismo, formano una doppia fila lungo la via che conduce agli spogliatoi e aspettano gli sconfitti.



Li aspettano e, insieme al pubblico sugli spalti, gli tributano un applauso sentito.
Credo che sia una consuetudine nel mondo del rugby.
Un grande esempio di civiltà sportiva e siccome siamo arrivati al via del Campionato di serie A - magari per contribuire ad evitare che altri Raciti maturino nei nostri stadi o in loro prossimità - sarebbe bello che il calcio importasse questa bella prassi da questo sport non tanto conosciuto ma dove De Coubertain, evidentemente, deve aver fatto molta strada.

Pubblicato il 24/8/2007 alle 22.44 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web