.
Annunci online

socialradicale
politica interna
11 agosto 2007
Interessante Cazzola su flessibilità ed infortuni sul lavoro

A proseguire il dibattito, malamente aperto dall'On. Caruso, è oggi un interessante, anche se non sempre condivisibile, articolo del Prof. Giuliano Cazzola sull'interconnessione che esisterebbe tra precarietà (e ho dei dubbi a continuare ad utilizzare questo sostantivo) ed infortuni sul lavoro.
Il pezzo comincia sul Sole 24 Ore in prima e finisce a pagina 10; ne riporto qualche passaggio.



"I lavoratori hanno diritto di svolgere le proprie mansioni in sicurezza. Non è solo un dovere morale della società e dello Stato, ma anche un preciso obbligo contrattuale dei datori a cui essi sono tenuti...[...]. Perchè insistere, allora, nel rappresentare una realtà produttiva assassina, nei confronti della quale i lavoratori sarebbero vittime indifese nonostante le norme e l'azione dei sindacati ? Esiste una relazione tra lavoratori 'precari' e gli infortuni sul lavoro ? [...] Tanto più che la verità fattuale dice che non c'è alcuna relazione tra il 'precariato' e l'andamento degli infortuni sul lavoro. I dati, infatti, raccontano che il forte incremento dei posti di lavoro avvenuto dal 1997 (anno della legge Treu) al 2006, con 2,7 milioni di nuovi occupati, è stato accompagnato da un calo del totale degli infortuni (-2,3%), in particolare di quelli fatali (-10,8 %); e analoghe riduzioni si sono registrate dal 2003, anno del varo della Legge Biagi. Cosicchè l'incidenza tra infortuni del lavoro e occupazione si è molto ridotta.
Innanzi tutto perchè i casi più gravi d'infortunio, anche con esito mortale, si annidano nel lavoro sommerso: un fenomeno diffuso e deteriore, non certo imputabile alla legislazione innovativa che ha cercato di combatterlo...
"

Chioserei solamente al Prof. Cazzola che, proprio perchè lui stesso conclude il suo bel pezzo sul Sole 24ore di oggi rammentando quanto importante sia agire in termini assoluti e quindi evitare ogni singola morte bianca e ogni singolo infortunio sul lavoro, 
al fine di far emergere non solo il lavoro ma anche l'infortunio sarebbe importante completare le riforme di welfare (individuale) proposte dal Libro bianco di Marco Biagi che renderebbero più liberi di fatto anche i lavoratori di denunciare precedenti infortuni e precedenti datori (senza per questo temere di passare per un periodo senza lavoro).
Il problema è dunque, ora, quello di affrontare la sommersione, di fatto, dell'infortunio.
Se, infine, si potesse, semanticamente, sostituire alla definizione di "lavoro precario" - riferito alle forme innovative di lavoro introdotte dalla Legge Treu e dalla Legge Biagi - con quello di "lavoro flessibile" renderemmo giustizia ad un termine di precarietà che va collegato proprio e solamente allo stato di incertezza del lavoro nero, sommerso e quindi fuori da ogni schema legale.
Altrimenti si continuerà a fare regali dialettici all'On. Caruso e alla sinistra massimalista !  

politica interna
10 agosto 2007
Tra Gentilini e Caruso, scelta difficile ma in fondo preferisco contraddire (politicamente) col secondo.

Parliamoci chiaro: entrambi stronze e deprecabili sono le invettive del prosindaco di Treviso, il leghista Gentilini, e quelle dell’onorevole di Rifondazione Comunista, Caruso.

Scelta difficile, per chi deve commentare, quella di preferire l’interlocuzione (politica s’intende) tra le due.

                              


Eppure contrariamente a qualcuno, come Daniele Capezzone, che dice che pari sono e sono entrambi espressione – bipartisan - di una brutta, vecchia ed impresentabile politica, ho l’impressione di dover costringermi ad un minimo di contraddizione rispetto alla seconda piuttosto che alla prima.

Provo a spiegarmi e brevemente.

Ritengo più urgente e necessario scontrarmi – dialetticamente – con un demagogo (pericoloso ma pur sempre tale) che, in buona o cattiva fede non importa, tenta d’intercettare un dissenso, un problema ed un’emarginazione sociale, una quota persino di sbandati e rivolge la sua parola, che deprecabile e stronza rimane, a persone che esercitano (o hanno esercitato quote di potere) piuttosto che con chi, come il leghista Gentilini, anche inconsapevolmente continua, da una posizione di potere, ad incitare (e rischia di far sedimentare) l’odio razziale in tutta una classe piccolo borghese; un odio verso persone già discriminate, con minori opportunità e diritti delle altre e che non se la passano certo bene.

Tutto qui. Tranne che all’On. Caruso consiglierei - oltre che rivedere i toni (poichè si criticano azioni ed idee ma non si qualificano direttamente le persone come assassini) perchè i suoi toni rischiano di indicare, ad altri imbecilli, obiettivi in carne ed ossa per l’esercizio di violenze (ed è già accaduto) – anche di andarsi a studiare tutto il Libro Bianco di Biagi (e non solo la legge che porta il suo nome e consente maggiori livelli di flessibilità nel mercato del lavoro). Scoprirà che quel Libro prevede, inattuato, anche riforme di welfare individuale destinate al “lavoratore momentaneamente senza lavoro” (reddito minimo garantito e formazione).

All’On. Caruso, quindi, domanderei: preferisce il mercato nero  del lavoro(la massima precarietà possibil e gli infortuni nemmeno denunciati) a quello trasparente seppur non stabile ?

Preferisce le casse integrazioni all’imprenditocrazia italiana o il reddito minimo garantito quale consentirebbe anche al lavoratore di fuoriuscire e denunciare anche il precedente datore che non adotta cautele in materia di sicurezza sul luogo di lavoro ?

sfoglia
  

Rubriche
Link
Cerca

Feed

Feed RSS di questo 

blog Reader
Feed ATOM di questo 

blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

Curiosità
blog letto 1 volte

CAMPAGNE ATTIVE

 
 

 Sostieni l'iniziativa :

1) Aderisci
allo sciopero della fame




2) firma l'appello on line
alle Nazioni Unite...
(clicca sull'icona)




I documenti sulla moratoria
 

CLICCA QUI



_______________



I Radicali
più vicini...


Associazione
Radicale
Piero Welby


di Cremona

 



 


Spazio
in allestimento
(forum, sondaggi e audiovideo )



 

 

 


Le iniziative e le campagne che sostengo...

 



CLICCA sulle
ICONE - qui
sopra e qui sotto -
 
per
sapere come RAGGIUNGERCI

 




 
Ogni tanto mi trovi anche su...


 


 


 


Ascolta...

la conversazione
settimanale con

Marco
Pannella

e Massimo Bordin

per la diretta
in streaming



 


tutte le

domeniche
su
Radio Radicale.it
in streaming
audiovideo
(diretta dalle 22)

oppure su Radio
Radicale
in FM e
live in
internet


(tutte
le
domeniche dalle
22
-
repliche
lunedì dalle 5.30 e
dalle 11)

...ma se l'hai persa clicca qui sotto...

 

 

Per l'ascolto degli audiovideo
scarica (clicca)
gratis
Real Player:

 

 


Blog amici...


Information for
dummies
 



Aggregator, altro on-line dove puoi trovarmi  e VOTARMI, 
COMMENTARMI
per far crescere la discussione e socialradicale...
...e magari
farti conoscere alle mie spalle !


VOTA, COMMENTA,
ISCRIVETI !

 



 



 



 


Socialdust aggregator


Blogarama - The Blogs Directory


vota i miei
articoli su...


 
e su...




 

e poi su tutti questi...


 iggita.it


TUTTOBLOG.com


 

ma sopratutto su...


RadioRadicale



 





 




 




 



______________



 




 




Altre iniziative
che sotengo...

 


 

CAMPAGNA DI
ISCRIZIONI
2006-2008


 

La galassia radicale...


 


Radicali Italiani


La Rosa nel Pugno


Ass. Luca Coscioni


Non c'è pace senza giustizia



Un altro modo di fare informazione....




Centro d'Ascolto



... e quella ufficiale...

 


Alice News


Audionews

 


Quanto mi leggete...


 
 
 
 
 
 




IL CANNOCCHIALE